Sanità, giunta regionale Umbria sospende ticket intramoenia

La Regione Umbria ha ripartito tra i Comuni dell’Umbria la somma di 1 milione 296 mila 194 euro, che ha permesso di evadere 7mila 69 domande presentate dalle famiglie umbre per accedere al contributo per l’acquisto di libri di testo: lo rende noto la vicepresidente della Regione Umbria con delega all’Istruzione, Carla Casciari, precisando che, a sostegno degli studenti delle scuole secondarie di primo grado e del primo anno della secondaria di secondo grado, sono stati assegnati 962 mila924 euro, mentre per tutti gli altri alunni della scuola secondaria di secondo grado, sono stati messi a disposizione 333 mila 270 euro.
Il contributo è stato assegnato agli studenti che frequentano le scuole statali e paritarie, appartenenti a famiglie il cui reddito Isee (Indicatore della situazione economica equivalente)rientra nella soglia di 10.632,94 euro e la somma assegnata alle singole amministrazioni comunali è stata individuata in base al numero delle domande accolte.
“Siamo soddisfatti – ha detto la vicepresidente Casciari – di aver potuto anche quest’anno contribuire a sollevare, almeno in parte, le famiglie dalle difficoltà economiche che si trovano ad affrontare con l’avvio dell’anno scolastico, rinnovando così l’impegno della Giunta regionale a garantire il diritto allo studio per gli studenti umbri”.

Commenta per primo

Lascia un commento