Salute dei denti, un chewingum ogni giorno toglie dentista di torno

Salute dei denti, un chewingum ogni giorno toglie dentista di torno
L’evidenza clinica ha già dimostrato che la gomma da masticare senza zucchero può aiutare a prevenire la carie 

Una chewingum al giorno potrebbe far meglio della famosa mela in fatto di prevenzione della salute dei denti, ma deve essere rigorosamente senza zucchero. Secondo uno studio della Plymouth University’s Peninsula Dental School di Devon (Gb) “se tutti i dodicenni masticassero una chewingum senza zucchero al giorno il sistema sanitario inglese potrebbe risparmiare fino a 41 mln di sterline in trattamenti dentali”. Lo studio – riporta il ‘Mirror’ – ha evidenziato che il 35% dei ragazzini interistati ha affermato di essere “troppo imbarazzato” quando sorride o ride a causa delle pessime condizioni dei denti.

“L’evidenza clinica ha già dimostrato che la gomma da masticare senza zucchero può aiutare a prevenire la carie e ora possiamo anche dimostrare che c’è un chiaro vantaggio economico – avvertono i ricercatori – Nel Regno Unito le linee guida ufficiali per l’igiene orale raramente menzionano esplicitamente l’uso della gomma senza zucchero”. La ricerca è stata promossa dall’azienda The Wrigley Company. (Fonte ADNKronos)

CHE COSA E' LA GOMMA DA MASTICARE
Le prime tracce di un simile uso della gomma naturale risalgono ai Maya, i quali masticavano abitualmente palline di gomma. Chicle è infatti il nome nahuatl della pianta (Manilkara chicle) dalla quale si estrae. L’invenzione della gomma da masticare moderna viene attribuita al Generalissimo e presidente del Messico, Antonio López de Santa Anna.

La nascita della moderna gomma da masticare si deve a William Semple, il quale brevettò la prima ricetta il 28 dicembre 1869[1]. Le prime palline di gomma da masticare vennero messe in vendita nel New Jersey nel 1871, ma erano molli e senza sapore. Le tecniche di produzione furono migliorate da Semple e da altri al fine di ottenere un prodotto più consistente e con maggior sapore, decretandone una grande diffusione nell’ultimo decennio del secolo.

Nel corso del XX secolo s’è affermato l’uso di gomme sintetiche (poliisobutilene) al posto del chicle, anche se quest’ultimo viene ancora usato da alcune compagnie. Le proprietà elastiche sono state anche migliorate per mezzo di additivi. In particolare, per incrementare la viscosità, viene impiegata la gomma di xanthano, dotata di proprietà addensanti.

Commenta per primo

Lascia un commento